TRA STORIA E MUSICA DI STRADA: QUI NASCE L’IRLANDA DEL PASSATO

13 dic

written by Anna Cadoni

Galway è una cittadina unica nel suo genere, all’interno dell’Isola di Smeraldo. Se infatti Dublino è una grande città che conserva qualche scorcio antico, ormai è stata trascinata nello status di capitale europea. Se Cork vanta più che altro una storia di ribellione e una gran quantità di palazzi industriali, Galway rimane nella sua piccolezza e bellezza inimitabili, perchè non si è mai trasformata completamente. 

Un gioiello alle porte del Connemara, vanta ancora quegli scorci di genuinità come la baia e il quartiere di Claddagh, e grazie alle opere di mantenimento e salvaguardia del territorio, non ha subito un processo di ampliamento del centro o della periferia. Gaillimh è piccola e accogliente, e vi basteranno pochi giorni per girarla tutta e conoscerla a menadito. Ma la amerete. Ad esempio basterà fare una ricerca su internet, o munirsi di una cara vecchia guida turistica. Io per esempio ho utilizzato la routard 

Sulle tracce del passato: storia di una città portuale 

Se volete conoscere l’Irlanda autentica, quella delle baie nebbiose e dei pub al lume di candela dovete spostarvi verso Ovest. Questa cittadina celtica, secoli fa, era un porto molto conosciuto e rinomato tra i mercanti francesi e spagnoli. 

Tracce di questa influenza, ora? Sono evidenti ne The Spanish Arch, i cui resti si ergono proprio nel punto in cui avvenivano gli importanti scambi commerciali. Anche l’intero quartiere del centro, che ora porta il nome di Latin Quarter, deriva proprio da questi importanti incontri del passato.

Armatevi perciò dello spirito di curiosità tipico dei viaggiatori famelici che vogliono capire le motivazioni dei fatti storici di una città.

Un’Irlanda autentica: le strade piene di musica

Probabilmente arriverete con il pullman dall’aeroporto di Dublino. Si tratta di un viaggio di circa tre ore, con arrivo alla New Coach Station, a pochi metri dalla sola e unica grande piazza: Eyre Square. Questo è il punto nevralgico della città, amato dai turisti e odiato dagli autisti (ovviamente!).